La presbopia è caratterizzata da un indebolimento fisiologico e progressivo della vista, in genere dopo i 45 anni con una serie di disturbi quali difficoltà di leggere il cellulare, il giornale o di distinguere bene da vicino gli oggetti di piccole dimensioni. 

La presbiopia si considera "semplice" quando per la correzione del difetto visivo, entrambi gli occhi necessitano dello stesso numero di diottrie correttive. La presbiopia si considera "complessa" in presenza di astigmatismo o di anisometropia o quando il numero di diottrie in ciascun occhio è diverso.

L'astigmatismo è un difetto della vista dovuta ad irregolare curvatura della cornea che determina una visione delle immagini sfuocata e deformata.